FOTOGRAFI 16 OPERE

Zed Nelson

Bio

Zed Nelson (1966, Kampala, Uganda) ha studiato fotografia alla Westminster University di Londra. Si distingue per il suo lavoro che esplora la società contemporanea, adottando un approccio approfondito basato su progetti immersivi e a lungo termine.

Con il suo primo libro e progetto espositivo, Gun Nation, un’inquietante e storica riflessione sulla passione viscerale degli Stati Uniti per le armi, Nelson ha esplorato il paradosso per cui il più potente simbolo di libertà dell’America è anche uno dei suoi più grandi strumenti di morte. Ha ricevuto cinque importanti premi internazionali di fotografia e le sue immagini sono esposte nella collezione permanente del Victoria & Albert Museum, nel Regno Unito. 

Il secondo progetto di Nelson divenuto libro e mostra, Love Me (2009), riflette sulle forze culturali e commerciali che alimentano l’ossessione globale per la giovinezza e la bellezza. Per realizzarlo ha impiegato cinque anni e le fotografie sono state scattate in 18 Paesi. Love Me è stato nominato per il Deutsche Börse Photography Prize, inserito nella shortlist del Leica European Publishers Award for Photography e portato in tournée internazionale come mostra personale.

 Il terzo libro di Nelson, dal titolo A Portrait of Hackney (2014) e attualmente alla sua terza edizione, è una riflessione sul quartiere di Londra in cui l’autore è cresciuto, osservato in un periodo di rapidi cambiamenti e di gentrificazione. In seguito Nelson ha realizzato The Street (2019), un lungometraggio documentario acclamato dalla critica, che documenta una strada dell’East London nell’arco di quattro anni.

Il lavoro di Nelson è stato esposto a livello internazionale in mostre personali nelle città di Londra, New York, Amburgo, Stoccolma, Copenaghen, Madrid, Barcellona, ed è stato incluso in mostre collettive nel Regno Unito presso Tate Britain, National Portrait Gallery e V&A Museum. Zed Nelson si è aggiudicato numerosi premi, tra cui il primo premio del World Press Photo nella categoria Daily Life, il Contemporary African Photography Prize, il Visa d’Or (Francia) e l’Alfred Eisenstaedt Award (USA).

READ IN ENGLISH

Zed Nelson (b.1966, Kampala, Uganda) studied photography at Westminster University, London. He is known for work that explores contemporary society, applying an in-depth approach to undertake long-term, immersive projects.

Nelson’s seminal first book and exhibition project, Gun Nation, a disturbing reflection on America’s deadly love affair with guns, explored the paradox of why America’s most potent symbol of freedom is also one of its greatest killers. It was awarded five major international photography prizes, with prints in the permanent collection of the Victoria & Albert Museum, UK. 

Nelson’s second book/exhibition project, Love Me (2009), reflects on the cultural and commercial forces that drive a global obsession with youth and beauty. The project spanned five years and involved photography in 18 countries. Love Me was nominated for the Deutsche Börse Photography Prize, short-listed for the Leica European Publishers Award, and toured internationally as a solo exhibition.

Nelson’s third book, A Portrait of Hackney (2014), is a reflection on the area of London where Nelson grew up, observed at a time of rapid change and gentrification. The book is currently in its third edition.

Leading on from A Portrait of Hackney, Nelson went on to make a critically acclaimed feature-length documentary film, The Street (2019), which focused on one East London street over a four-year period.

Nelson’s work has been exhibited internationally in solo exhibitions (London, New York, Hamburg, Stockholm, Copenhagen, Madrid, Barcelona) and has been included in UK group exhibitions at the Tate Britain, the National Portrait Gallery and the V&A Museum.

Nelson’s work has received numerous photography awards, including the Visa d’Or (France), First Prize in the World Press Photo Competition, the CAP Prize (Contemporary African Photography Prize) and the Alfred Eisenstaedt Award (USA).  

LEGGI IN ITALIANO

  • The Anthropocene Illusion

    SIZE: 120x100 cm
  • The Anthropocene Illusion

    SIZE: 120x100 cm
  • The Anthropocene Illusion

    SIZE: 120x100 cm

Per maggiori dettagli o per acquistare
le opere scrivici un e-mail.

CONTATTACI